La nikon è la migliore


Qual'è la reflex migliore?
e quella con il corredo di ottiche migliore?
Ovviamente nikon: la D300s è il miglior prodotto su formato DX e la D800 e la D600 sono quanto di meglio si possa desiderare come funzioni e qualità del sensore.
Quanto alle ottiche poi, certo, le nikkor sono più care, ma vuoi mettere?
Hanno caratteristiche tali che il 200-400 f4 esiste solo in casa nikon!
Sono due anni che canon ha fatto vedere il protipo del suo 200-400 con 1.4x incorporato, interessante ma... arriverà mai sul mercato?



Ok, ci avete creduto?
No?
Avete fatto bene.
La verità? La verità è, come su qualunque altra sfida, che i contendenti sono alla pari.
In che senso? Nel senso che il modello migliore è sempre, tranne rare eccezioni, quello presentato per ultimo. E non importa se a presentarlo sia Nikon, Canon, Pentax o Sony, in genere, per ogni singola fascia di mercato, l'ultimo prodotto, in quanto quello più evoluto elettronicamente, è il migliore.
Poi ci sono i fattori personali.
Come accennato precedentemente con il discorso sulle Evil, Sony, che fa evil o macchine con specchio traslucido e quindi comunque con mirini sempre elettronici, per me non ha più nessun appeal.
Sigma ha una macchina incredibile, ma ne ha una sola, a costi abbastanza elevati e che necessita di parecchio lavoro in post produzione per estrapolare dei risultati che poi sembrano comunque alla portata anche delle storiche rivali.
Pentax è quella, in questo momento, con il miglior rapporto prezzo prestazioni nel mercato delle reflex, anche se il suo sistema di autofocus ha meno funzionalità rispetto a quello delle rivali.
E allora?
E allora la domanda è mal posta, invece di chiedere ad un fotoamatore qual'è la marca migliore, chiedeteli quali sono i parametri con cui scegliere.
La mia risposta è:
1) corredo preesistente: di qualunque marca sia, se contiene ottiche di qualità, non ha senso cambiare!
2) ergonomia: sembra stupido dirlo ma se passerete il 15% del tempo a lavorare sul display e interagire con i menù o le funzioni di fotorittocco, il restante 85% ad osservare il mondo attraverso il mirino, la cosa sicura è che passerete il 100% del tempo avendo la vostra reflex in mano! Questo significa che in mano dovete sentirvela comoda, con una impugnatura sicura che vi trasmetta una sensazione di presta salda e non affaticante.
Io ho scelto nikon e risceglierei nikon essenzialmente per questo: a parità di fascia il corpo è leggermente più grande di quelli proposti da Canon e questo me li fa sentire molto più comodi in mano: le dita della mano destra, quando impugnano la macchina, non interferiscono con l'ottica.
3) il mirino: deve essere luminoso, ricco di informazioni e leggibile. Su questo punto, benché importante per l'utilizzo, direi che le grandi marche si comportano tutte bene e più che una questione di marca è una questione di prezzo: le amatoriali hanno il pentamirror o penta specchio per dirla all'italiana: questo è economico ma è più buio rispetto al pentaprisma che si trova dalle amatoriali evolute in su.
4) i menù: comprensibili, facili da sfogliare e da personalizzare. Ancora una volta non esistono valori assoluti: provateli! Sono diversi tra di loro così come sono diversi i gusti delle persone quindi è impossibile dare un giudizio assoluto o un consiglio.

Tutto qui.
Tutto qui? e non parli di fotografia? No, non parlo delle doti di fotografia perché quelle si scelgono all'interno della marca che sta più comoda in funzione dei parametri precedentemente elencati. Ogni marca ha la tuttofare, quella con un sacco di megapicsel e quella con una quantità spropositata di ISO. Non è nel confronto punto a punto tra due modelli che potete decretare la marca migliore. Il modello, qualunque scegliate, è il primo tassello all'interno di un ecosistema che vi coinvolgerà portandovi ad adottare sempre
nuovi strumenti: obiettivi, flash, telecomandi, impugnature.
Una volta entrati in quest'ottica capirete che il corpo macchina si può anche cambiare ma difficilmente cambierete tutto il corredo per passare ad un'altra marca (a meno che non siate monotematici e quindi monoobiettivo o quasi) e per questo le caratteristiche fotografiche del corpo rispetto alla concorrenza del momento non sono così importanti: avete scelto un mondo e non potete far altro che sperare che il modello successivo sia migliore del precedente nella direzione che a voi sembra più importante (autofocus più veloce, miglior bilanciamento dei bianchi in interno, più picsel piuttosto che ISO stratosferici).

Detto questo, quindi, non posso far altro che ribadire quanto detto all'inizio, per me, per l'ergonomia che offre e per la scelta di corpi e di ottiche che mette a disposizione, Nikon tutta la vita (e ci credo... con quello che ho speso in ottiche, non vorrete mica che le cambi tutte? Anzi sì, voi lo vorreste per andare a prenderle al mercatino dell'usato!)

P.S.: 03-08-2012: alla fine ce l'hanno fatta, sembra che qualcuno sia riuscito ad usare il 200-400 di Canon.
http://www.photographybay.com/2012/07/31/canon-ef-200-400mm-f4l-lens-hands-on-report-this-thing-is-ing-amazing/?awt_l=DVILl&awt_m=JsCM9Ju57v62xu

Post popolari in questo blog

Cormorano in difficoltà

Escursione zona Ruioch

CRETA - Cnosso