Lago di Santa Massenza


Il lago di Toblino, oggi molto più noto e biotopo naturale, è accreditato per essere abitato da moltissime specie di avifauna acquatica. Sarà pure vero, ma poiché il sentiero di visita si snoda sul solo lato occidentale e le varie specie sono acreditate per vivere essenzialmente nella più selvaggia parte orientale, alla fine si scorgono sempre i soliti germani reali, folaghe e oche.



Sull'altro lato della strada, ossia subito a nord del lago di Toblino, c'è il lago di Santa Massenza, un tempo località balneare, poi, con la realizzazione della centrale elettrica, diventato bacino di produzione di energia.
Nonostante questo attorno al lago vi è una bella passeggiata e qui ho visto per la prima volta degli esemplari di moretta.


Certo, anche qui si trovano le oche, questa, di taglia media, era intenta a cacciare con una frenesia alimentare notevole.


Le sue prede, delle effimere che galleggiavano sulle acqua calme.

Impossibile infine non imbatersi in esemplari di folaga (qui un esemplare che dalla livrea si riconosce essere un giovane della nidiata di quest'anno), davvero onnipresenti sugli specchi d'acqua trentini.

Post popolari in questo blog

Cormorano in difficoltà

Escursione zona Ruioch

CRETA - Cnosso