Aria di primavera al canneto di Levico

Se non fosse per un nutrito numero di morette ancora presenti in zona si direbbe che l'inverno è ormai passato definitivamente.
Temperature miti, sole intenso, sabato 7 Marzo 2015 parla di una giornata in cui Svassi maggiori e Tuffetti già si danno ai primi canti. I Tuffetti, un po' più spavaldi del solito, si mostrano anche in zone del lago decisamente esposte, abbandonando i loro rifugi tra le canne. Ne ho contati ben tre.
Altre osservazioni dopo il salto


Folaghe come al solito poche nella zona del canneto di Levico rispetto a quello di Cladonazzo.
Un esemplare di Cormorano giovane se ne stava sul galleggiante.

Interessante la differenza di resa in condizioni simili del 300 f4 nikon rispeto ad un vecchio vetro, l80-400 ATX di Tokina.



Se la luce è buona, com nel caso di questa passera europea, la differenza c'è ma il risultato è comunque accettabile. Se la luce invece è relativamente poca, come il pettirosso tra i rami che segue, il risultato con la vecchia lente di Tokina è decisamente impastato. Il fuoco poi senza motore integrato risulta lento, in gado di seguire ovviamente animali posati o animali acquatici in lento movimento ma assolutamente inutile se si vuole seguire un'azione.


Per finire ecco altre foto del tuffetto, finalmente immortalato da distanza ragionevole dopo i tentativi fatti al Pudro l'estate scorsa.








Post popolari in questo blog

Cormorano in difficoltà

Escursione zona Ruioch

CRETA - Cnosso