Martin Pescatore

Lunedì di ferragosto giro al biotopo Inghiaie nei pressi di Santa Giuliana di Levico.
Il silenzio regna sovrano, interrotto solamente da qualche breve cinguettio. 
Una leggera pioggerella verso mezzogiorno mi convince a rimanere sotto al tetto della torretta di avvistamento.
Al termine si scatena un breve e intenso concerto di rane nello stagno sottostante.
Con il ritorno del sole le libellule intensificano l'attività: alcune stanno depositando le uova.
Poi mi allontano lungo il Rio Vena e qui avviene l'incontro fortuito: su uno slargo del Rio esposto e non protetto dalla vegetazione ripale vedo un lampo blu. Mi fermo, non ho dubbi su chi sia, mi nascondo dietro un albero ed aspetto... ripassa, veloce come un lampo, in senso contrario... dopo poco ne passa un altro, questa volta con una traiettoria strana, si alza dal rio e fa un giro largo tra gli alberi... mi ha visto???
Forse sì, ma è un altro, confido nel ritorno del primo... e così avviene, arriva e si ferma su di un ramo a breve distanza dal mio nascondiglio improvvisato, coperto dall'albero e dai fiori di finocchio.
Parte la raffica...  gira la testa incuriosito, ok, scapperà!
Invece no!, si gira completamente a guardare nella mia direzione e non posso fare a meno di far partire un'altra raffica.


Non sono un'amante delle fotografie fatte in raffica ma è all'ombra e i tempi di esposizione non sono sufficientemente brevi così confido nella raffica per salvarne qualcuna.
Arrivato a casa poi mi son trovato a far pulizia tra foto tutte uguali: lo stabilizzatore ha fatto il suo dovere e le foto sono tutte di buona qualità!



Il giorno prima breve visita al Pudro con i soliti ospiti: aironi cenerini un po' ovunque sul lago, questo mi piace perché illuminato dalla luce rossa del tramonto e perché seminascosto tra le canne della riva.



Una giovane folaga si nutre tranquilla ma i colori? quante foglie gialle, sembra quasi autunno!!


Post popolari in questo blog

Cormorano in difficoltà

Escursione zona Ruioch

CRETA - Cnosso