CRETA - costa nord occidentale

Breve report turistico su più post relativo all'isola di Creta.

Si comincia con le coste nord occidentali, quella a nord di Balos e quelle a occidente di Elafonisis e Phalasarna.
Direi che su questi posti non c'è molto da aggiungere a quanto descrivono benissimo grazie alla potenza evocativa dei colori le fotografie che vado a pubblicare: mare limpidissimo dai riflessi bianco, turchese o azzurri a seconda della profondità nei diversi punti. spiagge frastagliate miste di ghiaia e sassi che movimentano con susseguirsi di colori chiari e colori scuri, un turismo tranquillo e non invadente e prezzi accessibili accomunano queste tre spiagge.



Per il mio gusto personale l'ordine di bellezza è: Balos ed Elafonisis a pari merito, Phalasarna leggermente staccata, ma credo sia legato anche a stati d'animo personali e momenti particolari: altre persone in mia compagnia sono pronte ad affermare che la classifica va assolutamente rigirata.

Balos ci si arriva a piedi, scendendo dall'alto attraverso un vero e proprio sentiero di montagna. Lo spettacolo è da subito emozionante, le poche strutture (ombrelloni e bagni) lasciano libero e naturale il paesaggio caratterizzato da ampie zone d'acqua bassissima dove nuotare, anche in compagnia di simpatici pesciolini bianchi dalla coda orlata di nero e dagli occhi argentei.





Per arrivare ad Elafonisis invece bisogna imbarcarsi in un lungo trasferimento automobilistico. Intendiamoci, la distanza tra queste spiagge non è elevata (in una cinquantina di chilometri si incontrano tutte e tre), ma la strada da percorrere è tortuosa e stretta e non permette pertanto le velocità di trasferimento a cui siamo abituati noi "continentali". Il giorno in cui l'abbiamo visitato era particolarmente ventoso e questo può dare fastidio (ma sulle isole un po' di vento c'è sempre). Per il resto angoli ed anfratti dai più diversi colori si susseguono interrottamente se solo si decide di abbandonare la parte della spiaggia attrezzata per avventurarsi a piedi nell'isolotto a nord, raggiungibile dopo un guado che raggiunge l'ottantina di centimetri nel punto più profondo (e stiamo parlando di mare).




Phalasarna, situata poco più a sud di Biblos lungo l'unica strada che da Kissamos scende sino a Elafonisis è più lineare nella sua configurazione essendo adagiata in una baia parecchio più larga rispetto alle altre due. Tra le rocce di questa spiaggia abbiamo trovato molta più vita animale: ricci di mare in gran quantità ed anche un inquietante serpentello marino di una trentina di centimetri circa, completamente nero.





Post popolari in questo blog

Cormorano in difficoltà

Escursione zona Ruioch

CRETA - Cnosso