Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2017

Lago di Caldonazzo: riassunto dal 21 al 28 ottobre

Immagine
Non c'è molto da raccontare, si tratta di una rassegna di fotografie scattate nell'ultima settimana in tre diverse uscite sul lago di Cladonazzo.
E' interessante notare come gli abitanti siano cambiati nell'arco di un tempo così breve.
I gabbiani comuni ad esempio hanno aumentato il loro numero, concentrandosi come sempre nella parte più orientale del lago, prediligendo i pontili come punto di riposo.

Immagine
Lago di Tovel Colori d'autunno sul lago di Tovel raggiunto dopo una lunga ed interessante passeggiate. Consiglio vivamente di lasciare la macchina lungo la strada PRIMA del pedaggio e salire a piedi, il sentiero delle GLARE è ben fatto, curato e molto interessante!

Lago di Caldonazzo: ogni giro una sorpresa!

Immagine
Sabato nuovo giro sul lago di Caldonazzo. Le giornate sono ancora incredibilmente luminose e calde tanto che molti alberi ancora mostrano una chioma verdeggiante.
Per fortuna qualche sparuto segno di autunno c'è a colorare di un caldo giallo e rosso l'orizzonte.
Tra queste fronde si mimetizza perfettamente un fringuello.

Lago di Caldonazzo: tutto molto interessante

Immagine
Sabato dedicato al controllo dell'avifauna sul lago di Caldonazzo, nella speranza di incontrare qualche rarità di passaggio. Il giro si è rivelato molto interessante e fruttuoso, tanto che ho deciso di dividere il resoconto in tre post, ognuno specifico di una zona del lago.
All'indice aggiungo però anche delle foto: la prima di un lugherino: un gruppo di una trentina di lugherini mi ha accompagnato durante tutta la costa sud del lago, incontrati a punta indiani la prima volta, da lì si sono involati e sono spariti ...

piovanello pancianera

Immagine
Lì, tra la ghiaia, con le zampette appena appena bagnate dall'acqua dolce, calma e insolitamente calda del lago, eccoli!
Non ci volevo quasi credere: che colpo di fortuna la loro presenza... e che colpo di fortuna vederli! così, mimetici tra i sassi, dello stesso colore delle foglie e dei rametti secchi accumulati.
A vederli dal vero sembrano molto più piccoli dei 17 cm riportati dallo Svensson, al punto che verrebbe quasi da pensare che nei 17 cm sia contata anche la lunghezza del becco ;-) !

punta indiani, Ciolda e Barche

Immagine
Spostandomi a sud di punta indiani la situazione non cambia: il tempo si mantiene grigio e le presenze autunnali sono poche: non localizzo il gruppo di svassi piccoli, sembra che abbia proseguito oltre dopo una sosta perché nella zona utilizzata negli anni scorsi di loro non c'è traccia.
Non c'è traccia nemmeno di gabbiani, solo germani reali attorno ad una coppia che distribuisce briciole di pane e folaghe al pascolo.
Percorrendo la sponda per un breve tratto, tra i porticcioli dove le barche stanno mestamente a riposo in attesa di sole e vento c'è un discreto movimento di merli e qualche scricciolo. Tra i soliti merli uno cattura l'attenzione per la presenza all'interno dell'ala di una piuma completamente bianca, leucismo localizzato.

Canneti di San Cristoforo

Immagine
Le 10 di mattina non è propriamente quel che si può definire un'ora presta, ma, complice la nuvolosità, tutto sembra rallentato. Le folaghe davanti alla darsena sembrano persino più numerose del solito, forse perché hanno meno concorrenza! I germani reali infatti sono un po' più lontani e ancora vicini alla riva. Nonostante la copertura di nubi e la stagione la temperatura è gradevole: ne sono convinte anche le nuvole di moschini ed infatti sopra la mia testa volteggia un nutrito gruppo di balestrucci che ha un gran daffare a fare scorte di cibo per la trasferta. Appena al di là del gruppo di canne di di fianco al giardinetto, ecco i primi ospiti autunnali: un trio di maschi di moriglione che sonnecchiano, forse appena arrivati e ancora stanchi per il viaggio?