acquisti via web, che disastro


Senza voglia di far polemica, solo per chi si accingesse a comperare materiale, fotografico e non, via web.
La situazione oggi è di crisi, e si sente.
Ho cercato diversi fornitori, ho trovato prezzi non troppo distanti da quelli di negozio (ed allora prendo in negozio, pago quello che porto via dopo averlo visto e magari anche provato!) oppure prezzi bassi ma richiesta di prenotazione e pagamento sulla prenotazione.
Poi c'è sanmarinophoto.com da cui avevo già comperato in passato, consegne puntuali e pagamento alla consegna.
(apri l'intero post per leggere tutta la storia)

Già....
questo 5 anni fa.
Poi è cambiato tutto.
Ecco la mia odissea partita con il tentativo di acquisto del 300 f4 + 1.7x
  • 27/12/2012 ordine iniziale
  • 14/03/2012 dichiarazione di disponibilità immediata del materiale e richiesta di pagamento
  • 26/03/2012 il pagamento non è stranamente ancora arrivato
  • 17/04/2012 reinserimento ordine per sbloccare la situazione come da accordi telefonici
  • 16/05/2012 dopo aver chiesto l'annullamento dell'ordine e il rimborso del denaro Giuseppe dichiara che sussistono ancora problemi con il materiale import, chiedendo di pazientare
  • 31/05/2012 promessa di vaglia per rimborso
  • 19/06/2012 vaglia non ancora arrivato, dichiarazione di problemi con la banca
  • 20/06/2012 faccio una proposta per sostituire il rimborso con materiale nital (non import) una D300s o il 300 f4
  • 28/06/2012 la proposta è accettata ma anche con Nital ci sono problemi di consegna
il 18 luglio finalmente entro in possesso della mia D300s nuova fiammante, ufficiale Nital con
4 anni di garanzia.
Ora, il rapporto è sempre stato improntato da ambo le parti sulla cortesia. Giuseppe è una persona comunque attenta e cortese sia al telefono che per e-mail.
Qualcuno sui forum lamenta maleducazione da parte sua, io, per quel che mi riguarda, posso assolutamente negare e affermare anzi che non mi ha mai nascosto le difficoltà incontrate nel lungo periodo intercorso tra l'inizio e la fine dell'ordine.
Certo, da parte mia non c'è mai stata aggressione verbale nei suoi confronti (non so e non posso quindi parlare per le altre persone), in fin dei conti era interesse mio cercare di avere il materiale prima e di recuperare il denaro poi e un eventuale atteggiamento maleducato non sarebbe stato producente.
Da ambo le parti quindi la trattativa è stata condotta in maniera educata e leale.
E veniamo al cercare di capire.
Ora, al di la delle contingenze del caso specifico, ho cercato di darmi una spiegazione e tra le ipotesi che ho formulato quella centrata sulle motivazioni maggiormente realistiche mi sembra questa:
  1. da quando la fotografia è diventata elettronica i prezzi cambiano su base bimestrale invece che pluriennale
  2. questo ha portato i negozianti, specie quelli web che devono sempre avere l'ultimo prezzo ad eliminare il magazzino perché per poter offrire sempre il prezzo più basso devono poter comperare anche loro al prezzo ribassato
  3. i fornitori, dal canto loro, per la medesima necessità di fornire il materiale al prezzo più basso quando questo si rende disponibile, hanno eliminato anche i loro magazzini
  4. gli importatori ufficiali, figuriamoci, avere i magazzini: i prezzi non li decidono mica loro, li fa la casa madre, per i negozianti che tengono i prezzi fissi infischiandosene delle "svalutazioni da web" il materiale ce l'hanno, ma per chi rincorre l'ultimo prezzo il materiale scarseggia
  5. l'ordine arriva così alla casa madre in ricerca dei pezzi ma la casa madre sa che, essendo passato molto tempo, una parte di quegli ordini è stata ritirata e quindi evade due terzi degli ordini
  6. il cliente, in coda, aspetta il materiale e in questa roulet di rimbalzi alla ricerca di un magazzino, che nessuno più vuole avere, aspetta, aspetta, aspetta e, se è fortunato, riceve il materiale, altrimenti aspetta ancora.
Se la ricostruzione fatta qua sopra è quella reale non credo che sia possibile fare grandi affari via web.
Io vi parlo chiaramente, se il prezzo via web permette un risparmio superiore al 20 % ha un senso, altrimenti, per sconti di poche centinaia di euro (10, 15% massimo), come praticano (chissà perché) tutti quelli che hanno negozio fisico (e quindi inevitabilmente magazzino alle spalle), è meglio rivolgersi al negoziante di fiducia.
Morale? credo che il 300 f 4 con l'1,7x prima o poi lo prenderò... in negozio, pagandoli entrambi a prezzo pieno, il doppio circa rispetto al prezzo di sanmarinophoto.com, ma, almeno, con la certezza di avere in mano quanto comperato ed averlo in mano prima di staccare l'assegno!
Di sicuro, mi dispiace per Giuseppe, non mi farò più tentare dai fantastici prezzi di Sanmarinophoto.com.

Post popolari in questo blog

Cormorano in difficoltà

CRETA - Cnosso

Lituania, il viaggio