Malga Stramaiolo

Sabato scorso prima giornata di neve dell'inverno 2013 / 2014, almeno in montagna.
Al mattino la neve è presente sin dai 900 metri, regalando suggestive immagini sul lago della Serraia che, ancora caldo, sbuffa di vapore nell'aria improvvisamente raffreddata dalle correnti nordiche.
In montagna, sui 1900 metri, la neve raggiunge quasi i 25 cm, non male per essere appena metà ottobre.
Così ci inoltriamo nel bosco sopra la malga per una passeggiata alla ricerca di qualche volatile.
Nonostante la neve si sente un certo vociare di corcieri che però se ne stanno ben nascosti tra gli alberi.
Non altrettanto nascoste alcune cince more saltellano freneticamente tra i rami più alti degli alberi



A più riprese si intravedono passare rapidamente diverse nocciolaie. Sempre in movimento, forse spaventate da una nevicata davvero troppo in anticipo che rischia di rendere difficile l'approvvigionamento di cibo.


Nel primo pomeriggio, mentre lentamente ci dirigiamo verso la macchina per il programmato rientro, ecco che rapidamente solca il cielo, per sparire agevolmente ad un orizzonte troppo limitato dalle fronde degli alberi, uno sparviere.


P.S.:
La vista delle Dolomiti di Brenta merita sempre almeno una foto.
Questa volta si offre nei toni del blu, del bianco e del grigio dati dalle nuvole che rimaste a grattuggiarsi un po' sulle ruvide guglie, hanno ammantato tutto con il lieve candore di una fresca spolveratina di neve.

Post popolari in questo blog

Cormorano in difficoltà

CRETA - Cnosso

Lituania, il viaggio